lunedì 16 aprile 2018

Fusione di linguaggi e sperimentazione - La pittura di Velimna

Bentornati sulle pagine del blog di Livorno Artistica!
siamo in fermento perchè manca sempre meno al nostro 5° compleanno, che si terrà come ogni anno al Nuovo Teatro delle Commedie (clicca qui)
Conosciamo meglio insieme una delle partecipanti alla serata evento dell'11 maggio! Valeria, in arte Velimna ci parla della sua passione... seguitela anche sulla sua pagina ufficiale (clicca qui)

Mi chiamo Valeria Cipolli in arte Velimna ( nome etrusco omaggio alle mie origini) e sono un' artista toscana, "etrusca della costa" come mi piace definirmi. Inizio a disegnare sin da piccola,attratta in particolare dalla potenza degli sguardi e dalla ritrattistica che negli ultimi anni ho reinterpretato in chiave surreale.


Di formazione classica e linguistica, amo la fusione dei linguaggi....
e sperimentarmi in percorsi sempre nuovi,da quella dello studio di una lingua celtica in via di estinzione di cui ho redatto una grammatica in italiano alla ritrattistica e agli acrilici surreali e la poesia (a fine 2018 uscirà' una mia silloge) Curiosa, son sempre alla ricerca di nuove suggestioni musicali, poetiche, pittoriche.


Qualche anno fa in un periodo nero,quasi a contrastare il buio che stavo vivendo sono nate loro,le Fanusie (nome coniato dal greco fanis = luminoso) le mie donne bianche che portano in se le infinite sfumature de femminino.


Un progetto tutto al femminile che sto portando in mostra anche con la collaborazione della mia amica Eva e di alcune ragazze con cui rendiamo animate attraverso il trucco le donne dei quadri.
Un elementi caratteristico delle mie donne e' il collo,costruito con vari elementi da quelli musicali a quelli architettonici e anche floreali attraverso il quale narro un viaggio di tempo e spazio e culture diverse.

Nessun commento:

Posta un commento